I saggi di questa sezione esplorano classici e novità della letterature anglo-americane con l’intento di proporre viaggi tematici e approfondimenti di opere e autori più o meno noti da questa parte dell’oceano.

«It’s bigger than Hip Hop»: alle radici del rap afroamericano

By |2019-11-21T15:24:50+01:00Settembre 17th, 2019|Saggi|

In bilico tra condanne e plausi, il rap costituisce una delle forme artistiche più espressive della nostra contemporaneità. Nato alla fine degli anni Settanta, ha contribuito a dare voce al degrado urbano delle città statunitensi, diventando così uno degli strumenti narrativi meglio riusciti per comprendere l’identità nera negli Stati Uniti. Tuttavia, il rap ha alle spalle una eredità culturale e musicale ben più lontana, radicata nella tradizione storica [...]

David Foster Wallace e la televisione: tra letteratura e dipendenza

By |2019-09-11T11:28:30+01:00Settembre 10th, 2019|Saggi|

Circa sessant’anni fa, la nascita della televisione segnava un avvenimento senza dubbio rivoluzionario nella Storia dell’umanità. Gli effetti di questo nuovo medium sono stati quanto mai pervasivi, cambiando profondamente lo stile di vita occidentale e la nostra attitudine nei confronti delle altre forme d’arte, sia quelle considerate popolari che quelle ritenute più nobili. Quali conseguenze abbia avuto la TV sulla letteratura americana, al di là di facili isterismi [...]

I nuovi Bartleby: riscritture del dissenso in Gianni Celati e Daniel Pennac

By |2019-08-02T10:11:55+01:00Luglio 31st, 2019|Saggi|

Nel 1853, con la pubblicazione del suo romanzo breve – o racconto lungo che dir si voglia (cf. McCall 2002: vii) – Bartleby, The Scrivener, Herman Melville creava una figura letteraria fondamentale per la sua capacità di affermare un dissenso netto ma non violento nei confronti della società del tempo. Il Novecento, secolo dominato per lo più da rivolte armate e sanguinose repressioni, ha spesso guardato a questo [...]

Nelvana of the Northern Lights: una storia canadese

By |2019-07-16T18:27:50+01:00Luglio 16th, 2019|Saggi|

Il regno del fumetto, anche nei suoi aspetti più dimessi e lontani nel tempo, si intreccia essenzialmente con domande relative al mondo in cui abbiamo vissuto ieri e che abitiamo oggi. In questo rientra anche Nelvana of the Northern Lights, una striscia canadese avente per protagonista una supereroina, pubblicata nel 1941 e recentemente ristampata. […]

Richard Wilbur: rigore formale al servizio dell’eterno movimento del mondo

By |2019-07-10T00:23:42+01:00Luglio 9th, 2019|Saggi|

Pochi autori attivi nella seconda metà del Novecento possono vantare le capacità e i riconoscimenti di Richard Wilbur. Poeta, traduttoree letterato a tutto tondo, soldato durante la Seconda Guerra Mondiale, è acclamatissimo negli Stati Uniti ma poco noto a livello internazionale, in parte per le sue scelte stilistiche fuori dal comune. […]

“Hold these truths to be self-evident”: la Dichiarazione di Indipendenza e l’attivismo afroamericano

By |2019-07-03T14:38:37+01:00Luglio 3rd, 2019|Saggi|

Il 4 luglio 1776 i padri fondatori siglarono la Dichiarazione di Indipendenza fondata su tre diritti inalienabili: vita, libertà e perseguimento della felicità. Tuttavia, il linguaggio universalistico della Dichiarazione si scontrò fin da subito con l’effettiva marginalizzazione delle minoranze e le donne statunitensi. In questo senso, dall’abolizionismo nero, alla nascita del Black Power, fino a movimenti come #BlackLivesMatter, i presupposti a fondamento della Dichiarazione sono diventati il terreno [...]

Eisner: al cuore del pregiudizio e della discriminazione

By |2019-06-18T10:30:18+01:00Giugno 18th, 2019|Saggi|

1. Introduzione 2. L’immigrazione ebraica verso gli Stati Uniti 3. To the Heart of the Storm: come il passato getta la sua ombra sul presente 4. Postmemoria dell’immigrazione e dello sradicamento degli ebrei d’Europa 5. A Contract with God 6. Conclusione 7. Bibliografia […]

All that jazz: la letteratura afroamericana e la città di New York

By |2019-06-11T17:48:28+01:00Giugno 11th, 2019|Saggi|

Si dice che se la musica fosse un luogo, allora il Folk sarebbe la campagna, il Rock la strada, la Classica il tempio, e il Jazz la città. La letteratura Afro-Americana e la musica jazz si sono fuse l’una nell’altra e immerse nella vita urbana nera negli Stati Uniti durante gli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Sono soprattutto le opere di Langston Hughes, James Baldwin, Ralph [...]