I saggi di questa sezione esplorano classici e novità della letterature anglo-americane con l’intento di proporre viaggi tematici e approfondimenti di opere e autori più o meno noti da questa parte dell’oceano.

24 10, 2020

Alle origini del fandom. Lara Croft, Douglas Coupland e i nuovi media

Di |Ottobre 24th, 2020|Saggi|0 Commenti

Nel 1996 l’uscita del videogioco Tomb Raider, sviluppato dalla casa inglese Eidos Interactive per pressoché tutte le console dell’epoca, portò una rivoluzione nella cultura popolare, diventando uno dei franchise più noti del mondo videoludico per essersi diffuso anche al di fuori dei circoli degli appassionati. La ragione di questo successo è dovuta in gran parte [...]

13 10, 2020

Janice Kulyk Keefer e la necessità della letteratura per l’ambiente

Di |Ottobre 13th, 2020|Saggi|0 Commenti

  Rest Harrow è uno dei romanzi più importanti di Janice Kulyk Keefer, scrittrice e poetessa canadese. Anna English, la protagonista del romanzo, è una figura che ha molto in comune con la biografia dell’autrice, non solo per quanto riguarda il paese d’origine e la professione ma anche (e soprattutto) per il viaggio che decide [...]

2 10, 2020

I Peanuts: settant’anni di strisce

Di |Ottobre 2nd, 2020|Saggi|0 Commenti

Il 2 ottobre 1950 uno dei più popolari fumetti al mondo fece la sua prima comparsa sulle testate giornalistiche del tempo: i Peanuts. Divenne così famoso da raggiungere i cinquant’anni di pubblicazione nel 2000, proprio nello stesso anno in cui l’autore Charles Monroe Schulz venne a mancare.  I Peanuts esemplificano molto bene come veniva concepito [...]

25 09, 2020

Dopo The Waste Land: ideali letterari e sociali modernisti tra le due guerre

Di |Settembre 25th, 2020|Saggi|0 Commenti

L’impegno di T.S. Eliot come poeta e critico letterario è celebre, mentre il suo contributo in campo sociale e politico è meno noto. Negli anni della maturità l’autore partecipò attivamente, attraverso scritti e dibattiti, al dialogo sui problemi affrontati dal Regno Unito e dai paesi europei nel periodo a cavallo tra le due guerre. [...]

13 09, 2020

The Vanishing American Hobo: oltre la superficie

Di |Settembre 13th, 2020|Saggi|0 Commenti

Alcuni paesi nordeuropei includono nel proprio sistema giuridico il cosiddetto diritto al vagabondaggio, conosciuto anche come libertà di girovagare: si tratta di un diritto che garantisce a chiunque la possibilità di spostarsi liberamente in quelle aree del Paese dove la natura è incontaminata, facendone per un po’ la propria casa e riscoprendo così quel vincolo [...]

7 09, 2020

Kindred, o la letteratura come luogo di rielaborazione del trauma storico

Di |Settembre 7th, 2020|Saggi|0 Commenti

Octavia Butler (1947-2006) è una delle principali scrittrici afroamericane del XX secolo, pilastro del genere fantascientifico che, con la sua vasta produzione, ha contribuito a fondare. Vincitrice di ambiti premi letterari, è stata la prima (e, fino al 2003, unica) scrittrice di fantascienza a ricevere il premio MacArthur. Celebre è la sua Parable series, ciclo [...]

29 08, 2020

Partita a scacchi con la guerra: il campionato del mondo di Fischer e Spassky

Di |Agosto 29th, 2020|Saggi|0 Commenti

Il 3 settembre del 1972 venne decretata la fine di quello che negli anni fu rinominato il torneo di scacchi più lungo della storia. I protagonisti, Bobby Fischer e Boris Spassky, erano i rappresentanti delle nazioni allora coinvolte nella Guerra Fredda: Usa e Urss. Un po’ per gioco e un po’ per senso patriottico, il [...]

24 08, 2020

A Single Man: un uomo qualunque (ma molto scomodo)

Di |Agosto 24th, 2020|Saggi|0 Commenti

Siamo nel dicembre del 1952 e Isherwood comincia a scrivere The Day’s Journey, la prima bozza di una sceneggiatura destinata a un film omonimo. Da qui parte il viaggio che lo porterà alla pubblicazione nel 1964 di quello che poi avrebbe definito il suo capolavoro: il romanzo A Single Man. […]

4 08, 2020

Schiavismo e poesia: excursus letterario di alcuni autori afroamericani

Di |Agosto 4th, 2020|Saggi|0 Commenti

Tra Cinquecento e Ottocento, circa dieci milioni di africani furono deportati dalla loro terra d’origine verso il continente americano. Lo scopo era quello di sfruttare la loro forza lavoro nelle grandi piantagioni dei territori statunitensi, dando il via allo schiavismo che fu il fondamento del sistema economico e della civiltà americana tout court. Con il passare [...]

Torna in cima