Dorothy Parker: tra arte e impegno politico

La fortuna critica di Dorothy Parker ha avuto un andamento decisamente discontinuo: in auge tra gli anni Venti e Trenta come poetessa, autrice di racconti e di pungenti articoli su varie riviste d’epoca, (è tradotta in italiano da Montale e pubblicata nel 1941), già in ombra negli anni cinquanta nonostante qualche riconoscimento pubblico e il conferimento di qualche premio letterario, muore in solitudine a metà degli anni sessanta, proprio alla vigilia della nota “rivoluzione culturale” lei che, a suo modo, rivoluzionaria Continue reading