Ex membri

Anna Amarotti
Mi chiamo Anna Amarotti, e vengo da Como (Lombardia , per chi non lo sapesse !) . Ci sono davvero troppe cose da dire, ma la più interessante su di me è il mio amore per l’avventura. Adoro viaggiare leggera; un piccolo zaino e un paio di scarpe. E con i calzini non per forza uguali. Il motivo di tutto questo non è chiaro, ma è forse lo stesso motivo che mi spinge ad essere una nomade anche nella vita di tutti i giorni. Sono nata e cresciuta su un lago, al confine con un altro Paese, a contatto con gente proveniente da luoghi diversi, e ognuno con un piccolo zaino pieno delle proprie esperienze. Le lingue per me non sono altro che uno strumento per poter capire e apprezzare davvero che cosa c’è dentro ognuno di questi piccoli zaini, e per capire in fondo le persone che li hanno riempiti. E magari scambiare con loro qualche oggetto o emozione che mi sono portata dietro da uno dei miei viaggi.
Non esiste un luogo che mi faccia sentire più “a casa” rispetto ad un altro, non esiste un soffitto più familiare che il cielo. Costa Rica, Spagna, Inghilterra, montagna e mare per me è casa. Questo mio amore per la totale assenza di radici è nato quando mi è stato presentato un Chris McCandless stampato sulla carta di Into the Wild, e con lui il suo inspiratore Henry Thoreau che mi ha aperto una piccola finestra, diventata grande col tempo, sulla letteratura Anglo-americana e i suoi sempre vari autori.